La cera si toglie via con una lametta da barba, facendo attenzione a levarne il più possibile senza raschiare la superficie.

Si lascia sopra il residuo un foglio di carta assorbente tenuto fermo da un pentolino di acqua tiepida.

Quando la cera rimasta è completamente sciolta viene assorbita dalla carta. Ciò che rimane si toglie con "acqua di crusca tiepida", cioè una manciata di crusca fatta bollire in mezzo litro d'acqua e poi filtrata. Una generosa passata con una pezza di lana conclude l'operazione.

 
→ torna a Pulizia di casa e mobili


Aggiungi il tuo commento!


Sempre con te!

Vuoi avere tutti i rimedi della nonna sempre a disposizione? Prova la nostra app gratuita:
Disponibile su Google Play


Cerca un rimedio


Speciale Macchie

Cerca tra le oltre 68 macchie del nostro archivio:




Sito realizzato da NEBIS Software