Un tempo esistevano diversi modi per preparare il pot-pourri, uno di questi consisteva
nel far macerare i petali difiori in un barattolo dal tappo forato coperti da uno strato di
sale grosso. Un altro metodo consiste nelfar seccare i petali all'aria aperta in un ambiente buio
per evitare che i colori svaniscano. Oggi si possono fabbricare almeno due tipi di pot-pourri, uno
che utilizza fiori secchi, l'altro, invece, fiori solamente appassiti. In generale i petali più indicati
sono quelli di rosa, soprattutto se si scelgono le varietà più profumate. Questifiori, inoltre, sono
assai variopinti ed un buon pot-pourri deve essere anche bello da vedere oltre che gradevole da
annusare. Preparate in casa un buon pot-pourri prendendo delle spezie (come noce moscata,
macis, cannella in stecche o inpolvere, chiodi di garofano, vaniglia in stecche, anice stellato, zenzero,
ginepro, coriandolo) ed unfissativo che ha lafunzione di trattenere gli aromi (tra ifissativipiù
comuni, che si trovano in erboristeria, abbiamo, ad esempio, la radice di giaggiolo ed alcune
delle spezie sopramenzionate). Sminuzzate assieme solo una parte delle spezie ed il fissativo,
versate la polvere ottenuta in una ciotola ed aggiungete alcune gocce di olio essenziale della fragranza
preferita, quindi mescolate bene. A questo punto si possono unire ifiori secchi. Si suggeriscono,
per il buon odore, delle roseprofumate di diverse specie efragranze. Per i colori, invece,
si consigliano le varietà di fiori che maggiormente conservano la tinta una volta essiccati
come papavero, malva,fiordaliso, erica, calendula e karkadè. Per ottenere il pot-pourri si privino
ifiori dei petali e si mettano questi ultimi a seccare in un contenitore di vimini protetto dalla
luce diretta. Procedere nello stesso modo con ipetali di altrifiori a voi graditi. Aggiungete le spezie
non sminuzzate (anice stellato e stecche di cannella sono molto decorativi) ed arricchite a
vostro piacere con foglie aromatiche secche (rosmarino, alloro, basilico, eucalipto, artemisia,
finocchio, melissa, menta, origano, verbena), bucce essiccate (soprattutto di agrumi, da seccare
inforno scaldato fino a 50° e poi spento, disposte sopra ad unfoglio di alluminio), radici, legni,
bacche. Le dosi non sono vincolanti, si possono aumentare o diminuire a seconda dei propri gusti.
Dopo aver mischiato bene tutti gli ingredienti metteteli in un vaso a tenuta stagna e lasciatelo al
buio per almeno un mese, scuotendolo di tanto in tanto.

 
→ torna a Pulizia di casa e mobili


Aggiungi il tuo commento!


Sempre con te!

Vuoi avere tutti i rimedi della nonna sempre a disposizione? Prova la nostra app gratuita:
Disponibile su Google Play


Cerca un rimedio


Speciale Macchie

Cerca tra le oltre 68 macchie del nostro archivio:




Sito realizzato da NEBIS Software